Consulenza Tricologica, Medicina e Chirurgia Estetica, Prodotti per il benessere del capello
Have an account? Log in or

Centro Laser IRIDE

ambulatorio

RINGIOVANIMENTO VISO CON LASER CO2 FRAZIONALE

Laser Skin Resurfacing - Ringiovanimento del viso con il laser

Le nuove terapie antiaging (anti-invecchiamento) prevedono il trattamento delle rughe anche attraverso la tecnologia laser.

In particolare parliamo del laser skin resurfacing (ringiovanimento cutaneo ablativo) con Laser CO2, che vaporizzano lo strato superficiale dell’epidermide, colpendo l’acqua presente nelle cellule, ma senza intaccare i tessuti circostanti.

Dopo il trattamento la superficie della pelle risulterà più ricca di collagene e più elastica e compatta.

Come agisce il laser skin resurfacing

Questo peeling provoca la rigenerazione di nuove cellule, con produzione di nuovo collagene, rendendo la pelle più liscia, tonica ed elastica e lo sguardo del viso diviene più fresco, riposato e giovanile, con un effetto tipo lifting.

Essendo la durata dell’impulso di luce più breve del tempo di diffusione del calore nel derma, non si ha un danno termico ai tessuti adiacenti e non sorgeranno i problemi che potrebbero manifestarsi con altri laser ad impulso di luce più lungo.

Il resurfacing con il laser non sostituisce il classico lifting, ma produrrà risultati molto apprezzabili e la superficie cutanea rinascerà più ricca di collagene e conseguentemente più elastica e compatta.

Indicazioni terapeutiche per il laser skin resurfacing

Il trattamento è utile sia per le rughe di espressione (es. intorno agli occhi o intorno alle labbra), sia per le cicatrici da acne, sia per le rughe del collo. Da ricordare che lo skin resurfacing riesce a trattare molto bene le rughe fini e superficiali, e riesce ad attenuare le rughe più profonde.

Prima del trattamento

Evitare assolutamente l’esposizione ai raggi solari e/o a lampade UVA nelle settimane precedenti al trattamento. Non assumere farmaci fotosensibilizzanti. Prima del trattamento la pelle viene preparata con applicazioni di vitamina A e creme idratanti.

Dopo il trattamento

Dopo il trattamento il proprio medico prescriverà pomate antibiotiche, idratanti ed antinfiammatorie.

Il trattamento viene eseguito in anestesia locale, e dopo il trattamento per circa 2 settimane la cute sarà arrossata, ma potrà essere coperta dal trucco. E’ molto importante, dopo il trattamento e per alcuni mesi, non esporsi al sole e proteggersi dai raggi solari con creme a protezione totale.

Risultati dopo il trattamento

Dopo 8-12 giorni dal trattamento la pelle sarà più lucida e ringiovanita, il dolore e le complicazioni post-operatorie sono minimi.

Ricordiamo che il trattamento può essere ripetuto eventualmente dopo alcuni mesi per migliorare ulteriormente il risultato.

Inoltre per mantenere il più possibile nel tempo gli effetti del trattamento è importante evitare i fattori e gli stili di vita che possono determinare o accellerare il fisiologico invecchiamento della pelle.

Eventuali rischi o complicanze, in particolare se non si osservano scrupolosamente tutte le indicazioni che fornirà il proprio medico curante prima e dopo il trattamento, sono rappresentati dalla comparsa di ipre o ipo-pigmentazioni (macchie).

Anche per questo motivo ricordiamo che è necessario che i trattamenti di laser skin resurfacing, vengano sempre essere eseguiti da un Medico preparato, serio e competente, ed effettuati in una struttura seria ed affidabile, che dia al paziente la massima sicurezza contro eventuali complicanze o rischi, e per ottenere il miglior risultato.

LASER CO2 FRAZIONALE PER TRATTAMENTO SMAGLIATURE

Combatti le smagliature e l'invecchiamento dei fibroblasti

Con lo stesso apparechio si può intervenire per scncellare le smagliature.In pratica effettua una abrasione puntiforme molto precisa e mirata che non provoca ustione.

Attraverso l’uso di fibre ottiche “il laser produce migliaia di forellini sotto gli strati più superficiali dell’epidermide che non presentano bruciature né arrossamenti”, e anche se “il risultato dipende dal tipo di smagliatura e dalla cute da trattare”, la cura dà comunque buoni risultati e non è troppo invasiva: “Nell’arco di tre mesi si effettuano mediamente due sedute. Se le smagliature sono recenti e non troppo profonde può bastare una sola seduta per renderle praticamente invisibili e i risultati si apprezzano entro un mese dal trattamento”.
Molto diverse tra loro, le smagliature – più o meno di vecchia data, accompagnate o no da cute rilassata – possono necessitare di particolari trattamenti per la loro eliminazione. “
Ad esempio per le smagliature provocate dalla gravidanza non si può fare molto, “tranne idratare la pelle regolarmente con creme apposite molto ricche di nutrienti . Per la remise en forme delle mamme, più o meno giovani, esistono moltissime cose che possono essere fatte, ma con calma, dopo che il corpo avrà riacquistato il suo equilibrio, interiore ed esteriore”.

RIMOZIONE TATUAGGI CON LASER Q-SWITCHED

Rimuovi selettivamente i tatuaggi che non vuoi più

Sempre più spesso, dopo aver realizzato un tatuaggio, può accadere, a distanza di tempo, di volerlo rimuovere. La rimozione tatuaggi può essere realizzata con vari metodi, ma ad oggi la tecnica più utilizzata è il Laser Q- Switched, che consente di ottenere i risultati migliori.

Il laser Q-switch, o laser Q-Switched, è utilizzato principalmente per la rimozione dei tatuaggi mono e multicolore, o per correggere lesioni pigmentate benigne . Questo perché il laser Q-Switch emette impulsi laser molto potenti, che risultano essere un mix di impulsi laser ultracorti, ma con frequenza ultra veloce (Nanosecondi).

La rimozione dei tatuaggi tramite laser Q-Switch si basa sul concetto di “Fototermolisi Selettiva”, per cui il laser è in grado di individuare esclusivamente i bersagli su cui lavorare, nello specifico i colori o le cellule contenenti melanina, lasciando inalterate le altre e lavorando su un colore per volta.

Utilizzando lunghezze d’onda specifiche e potenze di emissione del raggio laser molto elevate per tempi brevissimi, nell’ordine di nanosecondi, si può ottenere l’effettiva frammentazione del pigmento colorato e la sua conseguente eliminazione progressiva, per mezzo di degradazione o eliminazione transcutanea.

L’enorme vantaggio sarà la limitazione dell’effetto termico sui tessuti circostanti e quindi il risultato estetico sarà ottimale. Il processo di rimozione tatuaggio è graduale e prevede diverse sedute. La gradualità dell’eliminazione garantisce la riduzione della possibilità di cicatrici.

FOTOCOAUGULAZIONE CAPILLARI CON LASER ND YAG

Trattamento dei capillari del viso e del corpo

Da oggi è possibile eliminare definitivamente quei piccoli capillari nel viso, nelle gambe o nel decolté, grazie alla fotocoagulazione con il laser al Neodimio.

Che cos’è la fotocoagulazione?

La fotocoagulazione viene effettuata con il laser Nd:Yag e riesce a trattare a capillari (anche di una certa consistenza ossia fino a 1-3 millimetri di diamentro) e attualmente viene considerato il sistema laser che può dare i migliori risultati per le teleangectasie degli arti inferiori: sia per quelle superficiali di colore rosso ma in particolare per quelle di colore blu.

L’effetto del calore concentrato sui piccoli vasi sanguigni (capillari) ne provoca la chiusura e quindi il colore roseo o rosso-blu si attenua o sparisce.

Si tratta di un laser vascolare dotato di un’alta penetrazione attraverso la pelle. Il capillare viene chiuso dall’energia laser mentre la cute non viene assolutamente danneggiata. Per far scomparire la maggior parte dei capillari presenti sono in genere necessarie mediamente 3 sedute, a distanza di circa un mese l’una dall’altra.

Asportazione nevi con laser

Rimozione dei Nei mediante chirurgia estetica laser

L’intervento di asportazione laser

Il laser viene pilotato sulla concentrazione di melanina. Grazie all’azione selettiva, durante il trattamento laser (che dura pochi secondi) non vengono minimamente coinvolti i tessuti circostanti, prevenendo pertanto il rischiodi danni termici.

Su impulso del chirurgo, il raggio laser vaporizza istantaneamente le cellule del nevo.

Questa procedura produce la disepitelizzazione dello strato superficiale della pelle, risparmiando gli strati più profondi del derma. Al termine, al posto del neo, apparirà un sensibile arrossamento che andrà gradualmente scomparendo nell’arco di qualche settimana.

I vantaggi della chirurgia estetica laser

Sicurezza

Agendo per vaporizzazione, il raggio laser evita che le cellule maligne vadano in circolo. In caso di nevo sospetto, il raggio laser permette di prelevare una piccola porzione di nevo, sulla quale effettuare i dovuti accertamenti di laboratorio.

Precisione

L’ottima focalizzazione del laser permette incisioni precise e l’asportazione dei tessuti (per vaporizzazione) senza  contatto fisico. La neoasportazione a mezzo laser avviene con una seduta di pochi minuti realizzata in anestesia locale.

Niente sanguinamento

Il laser mentre vaporizza i tessuti provvede simultaneamente a coaugulare i capillari: il trattamento non provoca perciò sanguinamento ed é esente da rischio di emorragia.

Guarigione veloce

La riepitelizzazione – ovvero il processo di formazione di “nuova” pelle – avviene in maniera spontanea ed ordinata, senza inconvenienti come infiammazioni o danni termici.

In breve

Per asportare un neo, che non é altro che una concentrazione di melanina, si può ricorrere al trattamento laser CO2 pulsato. Nell’arco di qualche giorno neo e tracce del trattamento non saranno più visibili  anche se si dovrà attendere un po’ prima di esporre al sole la parte interessata.

 

In linea con lo spirito della legge, si richiede il consenso informato ad ogni Paziente che chieda di essere sottoposto ad una terapia all’interno della struttura. Per ogni paziente verrà compilata una cartella clinica depositata presso la struttura sotto chiave; i dati personali di ogni Paziente sono totalmente riservati e trattenuti come informazione a carattere esclusivamente medico, quindi accessibili solo ed esclusivamente al Paziente che ne faccia richiesta scritta, in ottemperanza alle norme vigenti in materia, regolate dal Decreto Legislativo n. 196 del 30 Giugno 2003.